Thunder's Place

Il miglior sito per l'ingrandimento pene e la salute sessuale maschile è gratis. Per menti critiche.

Kegel E Kegel Inverso

Ok Y

Farò come dici tu!

Parlando di ricevere sensazioni che aiutano a capire come fare, facendole urinando per poi fare senza urinare, provo a descrivere le sensazioni che provo io mentre faccio un kegel o un kegel inverso mentre piscio.

Provando a fare un kegel per interrompere il flusso di urina, nel pavimento pelvico ho la sensazione di tendere e di trattenere l’urina.

Provando a fare un kegel inverso per aumentare il flusso di urina, nel pavimento pelvico ho la sensazione di spingere e di faciltare l’uscita dell’urina.


Se la tua EQ migliora e non stai guadagnando, probabilmente stai facendo poco; se la tua EQ peggiora e non stai guadagnando, probabilmente stai facendo troppo (cit. sparkyx) Warning! If you haven't gotten improved erections:


Ultima modifica di Ypsilon : 01-24-2017 .

Messaggio originale di Ypsilon

Provando a fare un kegel per interrompere il flusso di urina, nel pavimento pelvico ho la sensazione di tendere e di trattenere l’urina.

Anzi, più che tendere direi contrarre.


Se la tua EQ migliora e non stai guadagnando, probabilmente stai facendo poco; se la tua EQ peggiora e non stai guadagnando, probabilmente stai facendo troppo (cit. sparkyx) Warning! If you haven't gotten improved erections:

Un pò come se dall’interno si cercasse di trattenere qualcosa, o di spingerla fuori. Non so se riesco a spiegarmi, ed è riferito al flusso di urina, per percepire qualcosa.


Se la tua EQ migliora e non stai guadagnando, probabilmente stai facendo poco; se la tua EQ peggiora e non stai guadagnando, probabilmente stai facendo troppo (cit. sparkyx) Warning! If you haven't gotten improved erections:

Sì, stesse senzazioni! Poi c’è anche una fase intermedia, fra un kegel inverso e uno normale, dove si ci lascia andare rilassandosi. La fase che chiamo di “relax” è la più congeniale per resistere a lungo senza eiaculare. Ho notato che anche il kegel inverso, mentre faccio sesso dopo una lunga astinenza, mi porta nella zona orgasmo. Ogni contrazione volontaria ho notato che stimola. L’ultima volta mi sono rilassato e ho cercato, è difficile da spiegare, di sganciare completamente il pene dalla mia volontà e ha funzionato molto bene!

Ziu, la penso come te, penso che la capacità di sapersi rilassare sia importante, sapersi gestire. Come in tante altre cose è fondamentale allenarsi per ottenere un risultato.

Anche se sono banale descrivendo alcune sensazioni, perché è ovvio che se si cerca di interrompere il flusso di urina si trattenga qualcosa, magari attraverso un esempio banale qualcuno può capire meglio come procedere. Perché la differenza tra trattenere e spingere esiste. O tra contrarre e rilasciare.
Poi da un input ognuno trae le sue conclusioni attraverso la pratica. Chiunque abbia voglia di contribuire descrivendo sensazioni, esercizi o risultati lo faccia.

Per chi ha problemi di eiaculazione precoce, che evidentemente può essere un problema di entità maggiore rispetto ad avere un paio di centimetri in più di pisello, metto questo link, How I cured my SEVERE premature ejaculation

Così si aggiunge un’informazione, sperando che qualcuno ne possa trarre beneficio.


Se la tua EQ migliora e non stai guadagnando, probabilmente stai facendo poco; se la tua EQ peggiora e non stai guadagnando, probabilmente stai facendo troppo (cit. sparkyx) Warning! If you haven't gotten improved erections:

Ci sono persone che per un insieme di motivi tendono ad accumulare tensione, e la tensione può accumularsi nel sistema muscolare. Ad esempio ci sono persone che in una condizione di stress diventano rigide. Ce ne si può accorgere quando la situazione di stress finisce, e ci si rilassa.

Nello stress fisiologico ci sono delle risposte che non dipendono dalla nostra volontà, sono a carico di sistemi che agiscono autonomamente. Il sistema che veicola questa risposte è il sistema neurovegetativo, il sistema nervoso autonomo. È un sistema composto da due parti: quello simpatico e quello parasimpatico. Sono sistemi che rispondono ad esigenze diverse, ma entrambi contribuiscono a generare un equilibrio delle funzioni.

Un esempio di stress potrebbe essere l’ansia da prestazione. Nell’ ansia da prestazione si ha un deficit della funzione in un determinato momento, mentre in altri in cui non c’è lo stress tutto funziona bene.

Quando una persona è costantemente sotto stress, difficilmente si ottiene equilibrio. La frequenza cardiaca ne risente, la digestione ne risente, la tensione muscolare ne risente.

Come fare a capire se si è costantemente sotto stress, intendendo in questo caso uno stress che ci procura un aumento ingiustificato, non fisiologico della tensione del sistema muscolare, ed in particolare, per quello che ci interessa, della muscolatura del pavimento pelvico?

Faccio un esempio pratico: ci si può accorgere che anche senza motivo si abbia la tendenza a tenere le spalle contratte, i muscoli trapezi in tensione. Ce ne si accorge quando ci si accorge che si possono rilassare. Può succedere che ci accorga di avere sempre dei muscoli in tensione, e rilassandoli si può provare un senso di alleggerimento. Si elimina una tensione inutile, parassita, che risponde ad uno scorretto funzionamento del sistema neurovegetativo, che magari produce risposte inadeguate alla situazione.

Se si è in grado di sentire un eccesso di tensione ad esempio nei muscoli trapezi, perché si è in grado di rilassarli, si può essere anche in grado di sentire se c’è un eccesso di tensione nei muscoli del pavimento pelvico, perché attraverso lo stesso meccanismo si è in grado di rilassarli.

Quindi propongo un esercizio che spero che possa aiutare: provare a capire attraverso l’ascolto se c’è tensione, partendo dai trapezi e provando poi a fare la stessa cosa con i muscoli del perineo. Quando si è appresa la sensazione di rilasciamento, provare in vari momenti della giornata a verificare lo stato di tensione. Piano piano, con l’allenamento, questa capacità potrà essere trasferita in una situazione tipo un rapporto sessuale, perché si potrà capire quando la tensione diventa eccessiva e come eliminarla, aumentando la capacità di durare e di essere rilassati in una situazione come un rapporto sessuale.

E se ci si accorge che normalmente si tende ad accumulare tensione, a mio avviso è meglio capire come fare a disperderla piuttosto che ostinarsi in lavori di rinforzo che potrebbero solo peggiorare la situazione.

Normalmente il rilassamento è collegato ad una fase di espirazione, quasi come se ci fosse un sospiro di sollievo.
Saluti.


Se la tua EQ migliora e non stai guadagnando, probabilmente stai facendo poco; se la tua EQ peggiora e non stai guadagnando, probabilmente stai facendo troppo (cit. sparkyx) Warning! If you haven't gotten improved erections:

Chiedo scusa per gli errori grammaticali, spero che a parte quelli il concetto sia comprensibile. Al tornio ottengo risultati migliori che nella scrittura.:)


Se la tua EQ migliora e non stai guadagnando, probabilmente stai facendo poco; se la tua EQ peggiora e non stai guadagnando, probabilmente stai facendo troppo (cit. sparkyx) Warning! If you haven't gotten improved erections:

Adesso scrivo una cosa che per molti potrà sembrare ridicola, ma poco mi importa.

Se ci si allena per ottenere un risultato, bisogna capire il modo in cui ci si allena e capire il risultato che si vuole ottenere. Se si vuole diventare amanti migliori, e magari la durata della nostra prestazione non è adeguata alle esigenze di chi la riceve, si può pensare di allenarsi per ottenere nel tempo un risultato migliore; sempre meglio che piangersi addosso.

Come si può fare? Qui subentra la parte ridicola, e che non ha a che fare con un paio di centimetri in più. Ci si può allenare a fare i movimenti che poi si faranno durante una prestazione sessuale, cercando di allenare sia la componente muscolare, dinamica, sia la capacità di controllare la tensione.

Io ho sempre avuto difficoltà a durare in una posizione come la pecorina, posizione in cui probabilmente ero più attento o sensibile a ciò che ricevevo. Mi sono reso conto ad un certo punto, che ero così concentrato sul ricevere piacere da avere scarso controllo. Cercando di capire il perché ho provato a simulare quei movimenti, anche senza il livello di eccitazione che c’è durante un rapporto, come allenamento.

Così ho iniziato a provare a fare un esercizio, per me è stato utile e lo descrivo. Lo descrivo in questa discussione perché a mio avviso kegel e kegel inverso dovrebbero significare avere più capacità di controllo in un rapporto sessuale.

Ho provato a simulare il movimento che facevo durante una pecorina, e a capire come mi comportavo e come reagivo. Ho iniziato a capire (parlo per me) che mettevo troppa tensione nei glutei, e di conseguenza nel pavimento pelvico. Ho iniziato a cercare di apprendere uno schema motorio più funzionale. Così ho iniziato a simulare in solitaria un rapporto alla pecorina, cercando di allentare la tensione nei glutei, flettendo un pò le ginocchia, cercando di lasciare più libera la schiena, utilizzando gli addominali, i quadricipiti, cercando uno schema di movimento che mi desse più capacità di controllo. Imparando a rilassarmi, o a rilassare ciò che non aveva senso contrarre.

Posso dire che i risultati ci sono stati, perché avendo appreso uno schema motorio più funzionale, avendo diminuito la tensione inutile, potevo gestire meglio il movimento. E in caso di necessità fare un kegel o un kegel inverso.

Può sembrare ridicolo quello che ho fatto e che faccio, ma per avere un risultato bisogna capire cosa è necessario per correggere il tiro, ed allenarsi per avere un risultato diverso dal solito. Ed inoltre è sicuramente un ottimo esercizio muscolare, senza pesi o attrezzi, che punta direttamente allo scopo. Anche dal punto di vista aerobico non è male.
Saluti.


Se la tua EQ migliora e non stai guadagnando, probabilmente stai facendo poco; se la tua EQ peggiora e non stai guadagnando, probabilmente stai facendo troppo (cit. sparkyx) Warning! If you haven't gotten improved erections:

Collegandomi al mio ultimo post, nello sport può esistere un momento in cui ci si allena da soli per ottenere una prestazione migliore nel momento in cui non si sarà più soli.
Ad esempio nel pugilato esiste un momento in cui si fa boxe con l’ombra; si immagina un avversario e si fanno dei movimenti a vuoto simulando un combattimento.

Se qualcuno ha dei deficit di movimento, di durata, di prestazione, un buon modo di agire è quello di cercare una pratica che lo aiuti a risolverli, a migliorare la sua condizione. Se qualcuno è in quella condizione può pensare di allenarsi, simulando i movimenti che dovrà produrre nell’atto sessuale pratico, alleandosi a farli, allenando i muscoli e il sistema cardiovascolare. Aggiungendo la pratica del lavoro sul pavimento pelvico.

Sempre meglio che guardare uno stupido reality in televisione e poi lamentarsi piangendosi addosso se nel momento del bisogno non si è più preparati di quanto non si fosse prima.
Alcune cose non ci arrivano semplicemente aprendo la finestra, o per osmosi. Bisogna allenarsi e cercare di migliorarsi. Accettandosi comunque per ciò che si è, migliorasi ma accettarsi, senza cercare la perfezione che non ci appartiene.


Se la tua EQ migliora e non stai guadagnando, probabilmente stai facendo poco; se la tua EQ peggiora e non stai guadagnando, probabilmente stai facendo troppo (cit. sparkyx) Warning! If you haven't gotten improved erections:


Ultima modifica di Ypsilon : 02-16-2017 .

Buoni suggerimenti! :)

Ovviamente come nello sport, prima dell’ “incontro” ci vuole la preparazione fisica, tecnica e mentale.

Dalle esperienze che ho avuto conta molto anche la respirazione e, come hai detto anche tu, la concentrazione: se si respira male o si va in apnea i muscoli del pavimento pelvico rimangono più tesi; se ci si concentra sul pene, l’eccitazione sale più velocemente.


Start: 16BPx12,5MEG cm (6,3x4,9 in) | Restart (Apr 2016): 16,9x13,1 (6,7x5,2)

Today: 19,4x13,5 (7,6x5,3) | OB1: 18x13,5 [✓] , OB2: 19X14 [...] | Diario e foto

Giusto, la respirazione è fondamentale, anche per rilassarsi. Quando si è tesi la respirazione non è mai libera, il respiro è sempre un po’ trattenuto.


Se la tua EQ migliora e non stai guadagnando, probabilmente stai facendo poco; se la tua EQ peggiora e non stai guadagnando, probabilmente stai facendo troppo (cit. sparkyx) Warning! If you haven't gotten improved erections:

Y sono davvero contento tu sia tornato da queste parti, ti leggo con grande interesse e grazie a te ho iniziato a dare attenzione a cose che prima neanche calcolavo, i kegel li ho rivalutati grazie a questo tuo post, grandissimi contributi!

Grazie arcer, mi fa piacere. Diciamo che sto anche cercando di inserire il discorso del lavoro sul pavimento pelvico in un contesto più a 360°, non solo come lavoro fine a sé stesso, e soprattutto per chi ha dei deficit di prestazione e di durata.

La corretta respirazione secondo me è anche importante perché il diaframma toracico e il pavimento pelvico sono in qualche modo in un rapporto sinergico. Uno è una cupola con concavità verso il basso che è all’apice del sistema addominale; l’altro è a concavità verso l’alto ed è alla base dello stesso sistema. Penso che l’azione di discesa e risalita del diaframma toracico durante la respirazione, faccia una sorta di effetto pompaggio sul pavimento pelvico, e che questa azione abbia un significato positivo sulla “salute” e sulla funzione del pavimento pelvico.

Se dico cose scorrette correggetemi, non sono esperto in anatomia; però se siamo strutturati in un certo modo, una ragione funzionale ci deve essere.


Se la tua EQ migliora e non stai guadagnando, probabilmente stai facendo poco; se la tua EQ peggiora e non stai guadagnando, probabilmente stai facendo troppo (cit. sparkyx) Warning! If you haven't gotten improved erections:

grazie

Grazie per i vostri consigli é molto importante durare quanto si vuole per soddisfare la nostra ragazza e stare di conseguenza meglio con noi stessi. Io non trombo purtroppo ed uno dei motivi e che non sono sicuro della mia durata e perdo sicurezza ed occasioni. É giusto allenarsi ed impegnarsi per raggiungere l’obiettivo ma bisogna capire come. Potremmo cercare di capire come allenarsi per resistere in erezione quanto vogliamo. Io provo a masturbarmi senza venire ma é durissima raggiunta un’erezione degna dopo tre quatto colpi sono già per venire. L’asta del mio pene mi provoca sensazione piacevoli e mi devo fermare. A poco serve respirare kegel inverso kegel classico rilassarsi pensare ad altro e tutto quello che consigliano per ritardare, mi devo necessariamente fermare. Oltre a chiedere come al solito il vostro prezioso aiuto e consiglio provo a dare il mio contributo: ho letto che per chi è precoce é fondamentale raggiungere un bilanciamento del pavimento pelvico e quindi rinforzarlo eccessivamente con i kegel classici sarebbe controproducente mentre sarebbe meglio distendere i muscoli PC con kegel inversi in maggiore quantità e streching, il nostro quello del penis enlargement. La fonte citata era un forum americano in cui ci sarebbe la spiegazione e routine completa ma non sono riuscito a trovarla. Spero che la discussione venga approfondita é molto importante. Ciao

Su

Tutti gli orari sono GMT. Attualmente sono le 11:31 AM.