Thunder's Place

Il miglior sito per l'ingrandimento pene e la salute sessuale maschile è gratis. Per menti critiche.

Kegel E Kegel Inverso

Quindi mettendo la mano tra l’ano e il pene senti come un qualcosa che si alza e forma una bozzetta? perchè è la sensazione che provo io ma non riesco a controllare molto.


Start 11/16 6'2'' BP (15.8 cm) - 5'9'' NBP (15 cm) - 4'7'' EG (12 cm)

Now 02/17 7'1'' BP (18 cm) - 4'9'' EG (12.5 cm)

NEXT CHECK 03/17

Messaggio originale di arcerusbelz
Quindi mettendo la mano tra l’ano e il pene senti come un qualcosa che si alza e forma una bozzetta? Perchè è la sensazione che provo io ma non riesco a controllare molto.

Prova a seguire i due esempi che ti ho fatto e vedi se migliora

Messaggio originale di Tanotano

La contrazione è da anni che la faccio…. A volte riesco a fare pipì e interrompere completamente il flusso anche per qualche minuto.

Il meccanismo è uguale a quando uno appunto interrompe il flusso d’urina o per esempio quando il pene è eretto e lo si fa “ballare”

Si anche io provo a bloccare il flusso di urina per capire il movimento, ma poi resta sempre il dubbio di repricarlo bene anche perchè non ho una buona memoria del movimento da riprodurre.

Il discroso del pene che “balla” anche è interessante infatti si gonfia il glande e si muove se provo a fare questi kegel, devo prendere padronanza, forse ci vorrà solo del tempo.

Grazie delle risposte ad entrambi ;)


Start 11/16 6'2'' BP (15.8 cm) - 5'9'' NBP (15 cm) - 4'7'' EG (12 cm)

Now 02/17 7'1'' BP (18 cm) - 4'9'' EG (12.5 cm)

NEXT CHECK 03/17

Figurati:)

Devo dirti che comunque ti invidio arcerusbelz.

Io mi sono fermato per tutta una serie di motivi e non ho avuto alcun beneficio per ora, tu in pochi mesi hai incrementato tanto.

Complimenti

Messaggio originale di Tanotano

Figurati:)

Devo dirti che comunque ti invidio arcerusbelz.

Io mi sono fermato per tutta una serie di motivi e non ho avuto alcun beneficio per ora, tu in pochi mesi hai incrementato tanto.

Complimenti

Ti ho risposto nel tuo diario, in ogni caso spero di imprare a fare bene questi kegel perchè sembrano davvero efficaci ed interessanti.


Start 11/16 6'2'' BP (15.8 cm) - 5'9'' NBP (15 cm) - 4'7'' EG (12 cm)

Now 02/17 7'1'' BP (18 cm) - 4'9'' EG (12.5 cm)

NEXT CHECK 03/17

Arcer, per dare l’idea di un kegel e di un kegel inverso fatti in piena erezione ti dico le sensazioni che ho io.

In piena erezione facendo un kegel sento aumentare la tensione nel pene, il pene punta verso l’alto sollevandosi, ascoltandomi sento che c’è un lavoro attivo dei muscoli tra ano e pene.

Facendo un kegel inverso il pene non si solleva, ho l’impressione che più che tendersi si gonfi, non avverto lavoro muscolare attivo nel perineo.

Non so se riesco a renderti l’idea, ci provo. Sono le mie sensazioni


Se la tua EQ migliora e non stai guadagnando, probabilmente stai facendo poco; se la tua EQ peggiora e non stai guadagnando, probabilmente stai facendo troppo (cit. sparkyx) Warning! If you haven't gotten improved erections:

Sì, anche per me è così!

Perfetto grazie ragazzi, non mi resta che lavorarci ogni giorno e prendere confidenza, il vostro contributo è stato molto importante ;)


Start 11/16 6'2'' BP (15.8 cm) - 5'9'' NBP (15 cm) - 4'7'' EG (12 cm)

Now 02/17 7'1'' BP (18 cm) - 4'9'' EG (12.5 cm)

NEXT CHECK 03/17

Complimenti Ypsilon per la spiegazione,davvero fatta bene!
Io ormai è un paio di anni che mi cimento, ma i kegel inversi li ho scoperti molto dopo.
Inizialmente credo di aver allenato troppo i muscoli con i kegel ed ho avuto anche problemi di eiaculazione precoce; ancora oggi se faccio i kegel per pompare più sangue ed aumentare l’erezione c’è il rischio che l’eccitazione sale troppo in fretta.
I kegel inversi invece mi aiutano a rilassarmi e a calmare le contrazione involontarie.

Le sensazioni da eretto le condivido, sono proprio quelle!

@ arcerusbelz
Da moscio è un po’ più difficile all’inizio capire se la sensazione è quella giusta; ma dopo un po’ che li fai non preoccuparti che ci riesci.
Come ti hanno detto, stai attento anche a non contrarre gli altri muscoli là intorno e mi raccomando continua a respirare mentre fai gli esercizi.
Comunque un’altra opzione che hai per individuare il kegel è tenere stretchato il pene in avanti con le mani; se fai un kegel produci una forza che te lo tira indietro.
Se lo fai da barzotto invece lo fai ballare su e giù! Alla mia ragazza piaceva ;)


Original (2013): BPxMEG 16x12,5cm (6,3x4,9in)

Restart (Apr 2016): 16,9x13,1 (6,7x5,2)-->OB1: 18x13,5 [✓]--> OB2: 19X14 [..]

Diario e foto -> Today: 18,3x13,6 (7,2x5,4)

Ciao Antanior, anche io esagerando con i kegel in passato avevo avuto effetti contrari rispetto a quelli desiderati. Oltre a quello che riferisci tu io notavo minore piacere nell’ orgasmo e un’ eiaculazione più debole, meno vigorosa. Ovviamente sbagliavo, facevo troppo o facevo male.

Il problema è che dobbiamo considerare che al PE possono accedere persone con caratteristiche molto diverse; il ventenne come il cinquantenne, lo sportivo come il sedentario, la persona che riesce ad avere una percezione corporea di sé alta come chi la ha praticamente nulla.

Dire a tutti di fare 50 kegel da 6 secondi è un po’ come se andando in palestra venisse data a tutti la stessa scheda.
Non è una critica, è una considerazione, anche perché è scritto che sono indicazioni di massima.

L’ equilibrio è una condizione migliore a mio avviso, e per trovare equilibrio è meglio capire (anche attraverso l’ errore) la direzione giusta.

Hai fatto un esempio calzante su come capire cosa è un kegel. Anni fa su questo forum era molto considerata una teoria, la teoria del LOT. Teoria che piano piano ha perso di valore fino a non essere più considerata perché priva di fondamento.
Però per capire il proprio LOT si procedeva stirando il pene in varie direzioni su un piano saggitale (tipo verso l’ alto, verso avanti, verso il basso) e facendo un kegel si stabiliva il proprio LOT. Quello che si percepiva, e come giustamente dici tu si percepisce, facendo un kegel era che il pene veniva tirato indietro, opponendosi allo stiramento.
Quindi si, se si stira il pene e si fa un kegel, si sente chiaramente il pene che va indietro opponendosi allo stiramento.

E giustamente se lo si fa breve da barzotto, il pene saltella.


Se la tua EQ migliora e non stai guadagnando, probabilmente stai facendo poco; se la tua EQ peggiora e non stai guadagnando, probabilmente stai facendo troppo (cit. sparkyx) Warning! If you haven't gotten improved erections:

Messaggio originale di Ypsilon

Ciao Antanior, anche io esagerando con i kegel in passato avevo avuto effetti contrari rispetto a quelli desiderati. Oltre a quello che riferisci tu io notavo minore piacere nell’ orgasmo e un’ eiaculazione più debole, meno vigorosa. Ovviamente sbagliavo, facevo troppo o facevo male.

Ciao Y, poi come hai risolto? Hai preso una pausa dai kegel? E se si per quanto tempo? Grazie :)

Messaggio originale di Ypsilon
Ciao Antanior, anche io esagerando con i kegel in passato avevo avuto effetti contrari rispetto a quelli desiderati. Oltre a quello che riferisci tu io notavo minore piacere nell’ orgasmo e un’ eiaculazione più debole, meno vigorosa. Ovviamente sbagliavo, facevo troppo o facevo male.

Il problema è che dobbiamo considerare che al PE possono accedere persone con caratteristiche molto diverse; il ventenne come il cinquantenne, lo sportivo come il sedentario, la persona che riesce ad avere una percezione corporea di sé alta come chi la ha praticamente nulla.

Dire a tutti di fare 50 kegel da 6 secondi è un po’ come se andando in palestra venisse data a tutti la stessa scheda.
Non è una critica, è una considerazione, anche perché è scritto che sono indicazioni di massima.

L’ equilibrio è una condizione migliore a mio avviso, e per trovare equilibrio è meglio capire (anche attraverso l’ errore) la direzione giusta.

Hai fatto un esempio calzante su come capire cosa è un kegel. Anni fa su questo forum era molto considerata una teoria, la teoria del LOT. Teoria che piano piano ha perso di valore fino a non essere più considerata perché priva di fondamento.
Però per capire il proprio LOT si procedeva stirando il pene in varie direzioni su un piano saggitale (tipo verso l’ alto, verso avanti, verso il basso) e facendo un kegel si stabiliva il proprio LOT. Quello che si percepiva, e come giustamente dici tu si percepisce, facendo un kegel era che il pene veniva tirato indietro, opponendosi allo stiramento.
Quindi si, se si stira il pene e si fa un kegel, si sente chiaramente il pene che va indietro opponendosi allo stiramento.

E giustamente se lo si fa breve da barzotto, il pene saltella.

Avevo dato un’occhiata a questa teoria del LOT ma non mi ci soffermato molto, non sapevo che si usasse proprio questo procedimento.

Comunque concordo! Inizialmente 6 secondi per 50 ripetizioni sono tantissimi infatti; io se non sbaglio iniziai con contrazioni da 1 secondo e solo poi col tempo aumentai; all’inizio ricordo che non riuscivo a mantenere la contrazione più di un paio di secondi. L’approccio ai kegel dovrebbe essere un po’ più graduale a mio avviso e, come dici anche tu, adattato al livello di partenza di ogni persona.


Original (2013): BPxMEG 16x12,5cm (6,3x4,9in)

Restart (Apr 2016): 16,9x13,1 (6,7x5,2)-->OB1: 18x13,5 [✓]--> OB2: 19X14 [..]

Diario e foto -> Today: 18,3x13,6 (7,2x5,4)

Messaggio originale di Jordanxxx
Ciao Y, poi come hai risolto? Hai preso una pausa dai kegel? E se si per quanto tempo? Grazie :)

Ciao Jordan, ti rispondo volentieri. Prima ti dico solo che oltre ai sintomi che ho descritto avevo anche la sensazione dopo avere pisciato di avere ancora da pisciare un pò, senza riuscirci; e che mentre mi rimettevo il pisello nelle mutande mi usciva qualche goccia di pipì.

Certamente mi sono fermato, avrei fatto una cosa stupida se non l’avessi fatto. Ho smesso per un pò di fare quello che facevo, soprattutto i fortissimi kegel che facevo durante l’ edging per bloccare l’eiaculazione, e che si sommavano a quelli che già facevo durante la routine. Ho smesso per un pò di fare anche quelli che facevo durante il jelq per pomparmi bene il pene.

Non ho però smesso in quel periodo di fare un lavoro sul perineo, ho cambiato modalità. Ho iniziato ad accorgermi che quando ero seduto sul cesso, dopo avere cagato, avevo un senso di liberazione (oltre a quello piacevolissimo di avere svuotato l’intestino:) ), mi veniva da fare una pisciata che mi dava l’ idea di completo svuotamento, appena alzato avevo un moscio pieno, quasi un inizio di erezione.

Così ho preso spunto da quei segnali che mi davano una sensazione piacevole e di distensione, benefica, e ho iniziato a fare un esercizio che su di me funziona bene.

Mi sedevo come spesso mi è capitato di vedere che ci si siede in Asia, senza sedia, accovacciato sulle ginocchia, come ci si mette per cagare in una turca.
Da questa posizione (che secondo me è già di per sé utile per distendere la zona, basta non avere problemi alle ginocchia) facevo delle respirazioni lente e profonde. Portando bene l’attenzione a quello che succedeva, e usando un pò di immaginazione, sentivo che ad ogni inspirazione la distensione aumentava. Dico anche l’immaginazione perché immaginavo la zona interessata, ne immaginavo la distensione per amplificare l’effetto. È un lavoro dolce, non lo considero un kegel inverso, ma un lavoro di distensione.

Un’altra cosa che facevo era questa: prendevo una pallina di dimensione leggermente inferiore rispetto ad una pallina da tennis. Una pallina non dura come una pallina da tennis, ma neanche molle come una pallina di gomma piuma, una via di mezzo; non so di che materiale fosse fatta.
Mi sedevo su questa pallina, su una superficie rigida, tipo una sedia, posizionando la pallina sotto lo scroto, nella zona del muscolo BC, facendo bene attenzione a non schiacciarmi le palle!
Da li facevo sempre respirazioni lente e profonde, e ad ogni inspirazione sentivo l’aumento di pressione sulla pallina, poiché il pavimento pelvico si abbassava un pò per effetto dell’ inspirazione.

Sempre seduto sulla pallina facevo dei movimenti del bacino; avanti e indietro (se non sbaglio si definiscono antiversione e retroversione del bacino), movimenti rotatori in senso orario e antiorario; la finalità era massaggiare la zona.

Queste cose mi hanno aiutato molto a sbloccare quella situazione, e il primo esercizio lo faccio tuttora; quella pallina, che era perfetta, è stata sbranata da un cane:) .

Un altro esercizio che faccio è questo: in piedi divarico le gambe ad una larghezza maggiore delle spalle, sono abbastanza divaricate e con i piedi un pò a papera. Da questa posizione faccio dei lenti squat, mentre inspiro scendo avvicinando il bacino al pavimento, mentre espiro risalgo. Non scendo molto, direi qualcosa tipo 20 cm, perché le gambe sono abbastanza divaricate. Sto molto attento ad avere la schiena rilassata, in particolare la zona lombo sacrale. Avverto sensazioni simili al primo esercizio che ho descritto, ma amplificate.

Sono esercizi che faccio io, e non sono un esperto, per cui penso che sia pieno di esercizi più furbi o utili di questi, ma io questi faccio e ho fatto per cui questi descrivo. Penso che, pur non conoscendolo bene o praticandolo, esistano molte posizioni dello yoga che possano apportare benefici alla muscolatura pelvica.

Come ho già detto quelli che ho descritto qui non li considero dei kegel inversi propriamente detti, perché sono lavori comunque dolci, di distensione e presa di coscienza. Un kegel inverso è sicuramente più intenso come gesto.


Se la tua EQ migliora e non stai guadagnando, probabilmente stai facendo poco; se la tua EQ peggiora e non stai guadagnando, probabilmente stai facendo troppo (cit. sparkyx) Warning! If you haven't gotten improved erections:


Ultima modifica di Ypsilon : 01-22-2017 .

Messaggio originale di Antanior
Avevo dato un’occhiata a questa teoria del LOT ma non mi ci soffermato molto, non sapevo che si usasse proprio questo procedimento.

Comunque concordo! Inizialmente 6 secondi per 50 ripetizioni sono tantissimi infatti; io se non sbaglio iniziai con contrazioni da 1 secondo e solo poi col tempo aumentai; all’inizio ricordo che non riuscivo a mantenere la contrazione più di un paio di secondi. L’approccio ai kegel dovrebbe essere un po’ più graduale a mio avviso e, come dici anche tu, adattato al livello di partenza di ogni persona.

Concordo.


Se la tua EQ migliora e non stai guadagnando, probabilmente stai facendo poco; se la tua EQ peggiora e non stai guadagnando, probabilmente stai facendo troppo (cit. sparkyx) Warning! If you haven't gotten improved erections:

Messaggio originale di Antanior
Complimenti Ypsilon per la spiegazione,davvero fatta bene!
Io ormai è un paio di anni che mi cimento, ma i kegel inversi li ho scoperti molto dopo.
Inizialmente credo di aver allenato troppo i muscoli con i kegel ed ho avuto anche problemi di eiaculazione precoce; ancora oggi se faccio i kegel per pompare più sangue ed aumentare l’erezione c’è il rischio che l’eccitazione sale troppo in fretta.
I kegel inversi invece mi aiutano a rilassarmi e a calmare le contrazione involontarie.

Le sensazioni da eretto le condivido, sono proprio quelle!

@ arcerusbelz
Da moscio è un po’ più difficile all’inizio capire se la sensazione è quella giusta; ma dopo un po’ che li fai non preoccuparti che ci riesci.
Come ti hanno detto, stai attento anche a non contrarre gli altri muscoli là intorno e mi raccomando continua a respirare mentre fai gli esercizi.
Comunque un’altra opzione che hai per individuare il kegel è tenere stretchato il pene in avanti con le mani; se fai un kegel produci una forza che te lo tira indietro.
Se lo fai da barzotto invece lo fai ballare su e giù! Alla mia ragazza piaceva ;)


Grazie anche a te, con i contributi di tutti sto iniziando a capirci qualcosa ;)


Start 11/16 6'2'' BP (15.8 cm) - 5'9'' NBP (15 cm) - 4'7'' EG (12 cm)

Now 02/17 7'1'' BP (18 cm) - 4'9'' EG (12.5 cm)

NEXT CHECK 03/17

Su

Tutti gli orari sono GMT. Attualmente sono le 07:27 PM.